Psicologa Chiara Ramponi
Coppia - Sonno Bimbi - Genitorialità - Baby Blues - Training Autogeno


psicologo castano psicologo busto legnano novara magenta
psicologo castano psicologo busto legnano novara magenta

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi, news, articoli e pubblicazioni.

Per la privacy, l'utente prende atto dei diritti riconosciuti dalla Legge n. 196/2003 sul trattamento dei dati personali ed autorizza il ricevente a trattare i dati relativi inviati attraverso la posta elettronica per le sole finalità indicate, nel massimo rispetto dell'anonimato e con la massima cura delle informazioni ivi contenute.

PSICOLOGA DOTT.SSA CHIARA RAMPONI

Ramponi Chiara, nata a Cuggiono (Mi) nel 1980.

Mi sono laureata in Psicologia nel 2006 presso l’Università degli studi di Milano Bicocca ed ho conseguito l’abilitazione alla professione tramite esame di Stato svolto presso la suddetta Università nel 2009.

Sono iscritta all’Albo degli Psicologi della Lombardia sezione A con il numero 12822 ed abilitata all’esercizio della professione di Psicologo.

Ordine nazionale degli psicologi

La mia formazione è continuata con la partecipazione a diversi corsi durante gli anni, fra i quali:

  • 2009 Corso online “Test grafici proiettivi”
  • 2010 Corso presso l’Istituto di Psicologia Psicoanalitica di Brescia “Conflitti di coppia: risoluzione e separazione. I possibili interventi del terapeuta”
  • 2011 Corso online test 16 PF Cattel
  • Dicembre 2012-Marzo 2013
    – Corso Base “Disturbi specifici dell’Apprendimento: come riconoscerli”
    – Corso Avanzato “Disturbi Specifici dell’Apprendimento diagnosi e trattamento” competenze acquisite come “Psicologo esperto nei Disturbi Specifici dell’Apprendimento”
  •  2013  “Training Autogeno e Disturbi Alimentari”,  competenze acquisite come “Conduttore di Training Autogeno”
  •  Novembre 2013 Corso di Formazione “I Disturbi del Comportamento Alimentare: dalla lettura diagnostica dei sintomi agli approcci terapeutici” erogato dalla Società Italiana di Psicologia Sessuologia e Criminologia
  •  Dicembre 2013 corso “Lo Psicologo consulente sul sonno dei bambini”, Milano
  • Ottobre-Dicembre 2013
    frequenza volontaria presso Ospedale di Cuggiono
    unità di Neuropsichiatria Infantile
    formazione sui disturbi specifici dell’apprendimento
  • Dicembre 2014
    corso FAD “Gestione del lutto e della perdita”
    erogato dalla cooperativa CEPOSS di Padova
  • Gennaio-Marzo 2015
    Corso di formazione:
    Lo Psicologo nei gruppi di parola
    per genitori separati e figli di separati

Novembre-Dicembre 2015
Corso FAD:La psicoeducazione cognitivo comportamentale di terza generazione per il panico, disturbo ossessivo compulsivo e depressione
Ecomind Learning, docente Pietro Spagnulo

Vedi di cosa mi occupo

Come lavoro

Lo Psicologo considera con rispetto, neutralità e senza giudicare, le idee e i punti di vista espressi dall’utente, senza influenzarlo con i propri.
Quando abbiamo un problema per il quale non riusciamo a vedere una soluzione, la prima cosa che desideriamo è di essere ascoltati, perché abbiamo bisogno di chiarirci le idee per poterne venire a capo.Il colloquio psicologico ha come obiettivi quelli di mettere la persona a proprio agio, aiutarla ad esporre la questione ascoltandola attentamente ed attivamente, esplorare il modo che la persona ha di vedere le cose ed i vissuti associati, mettere a fuoco i traguardi che si vogliono raggiungere ed, infine, analizzare le strategie per poterli conquistare.

Singolo o Gruppi

In alcuni casi, come per la “baby blues” ed il training autogeno, il lavoro in piccolo gruppo e la conseguente socializzazione di esperienze, vissuti e sentimenti si rivela molto utile e positiva perché permette di elaborare le proprie impressioni in un contesto facilitante e condiviso.

Osservazione

Con l’osservazione si possono cogliere le dimensioni sociali ed interattive dell’individuo.
L’osservazione diretta del comportamento verbale e non-verbale, unita all’ascolto della persona, consente l’acquisizione di informazioni importanti in alcuni contesti, come in quello della relazione di coppia o quello educativo con i bambini.
Al termine di un’osservazione Psicologo e consultante/i possono riflettere insieme su quanto è emerso e sugli eventuali aggiustamenti attuabili per trovare delle modalità di relazione più soddisfacenti.